TESTIMONIANZE DI UN VIAGGIO MISSIONARIO A GOMA

Andare in basso

TESTIMONIANZE DI UN VIAGGIO MISSIONARIO A GOMA

Messaggio  Admin il Lun Mag 16, 2011 6:23 pm

TESTIMONIANZE DI UN VIAGGIO MISSIONARIO A GOMA

Fonte: Laicato Saveriano

Il 22 Agosto è partito un piccolo gruppo di cinque persone alla volta di Goma: insieme a me, Grazia, Giovanna, Francesca e Gaetano. Lo spirito con cui sono partita è stato quello di mettermi in ascolto del popolo africano per farmi interrogare da tutte le realtà e situazioni che avrei incontrato.

Appena si arriva in Africa è lampante la diversità con il nostro modo di vivere: a prima vista sembra di vedere un agglomerato vasto, confuso e disordinato, ma poi ci si accorge del filo che unisce gruppi e persone. A Goma sono presenti varie tribù e tutti, nonostante le condizioni in cui versano siano precarie, amano la vita, vogliono vivere e sono disposti a rialzarsi in continuazione.

Abbiamo avuto modo di incontrare gruppi e persone, e visitare varie realtà presenti in città, sia all'interno della parrocchia di Ndosho dove lavorano i padri Saveriani e le Piccole Figlie, sia all'esterno. Nella parrocchia già esisteva la scuola elementare e, invece, ora con l'aiuto delle famiglie e delle offerte arrivate dall'Italia sono state costruite anche le scuole medie e le superiori. Tutti sono coinvolti in questa nuova opera e tutti la sentono propria.

Emozionante è stato l'incontro con le mamme della “Baraza Tupendane” che fanno le bamboline che noi vendiamo in Italia. Abbiamo trascorso la mattinata con loro che sono impegnate nel terminare la produzione con il materiale appena ordinato. Con loro è presente il maestro Dieudonnè che ha il compito di colorare gli occhi e la bocca della bambolina quando è terminata.

La visita all'ospedale Muungano, dove sono ricoverati i bambini malnutriti, è un'esperienza indimenticabile: appena varchiamo la soglia della stanza tutte le mamme si alzano e come forma di benvenuto cominciano a cantare e a danzare, nonostante le condizioni gravi in cui versano i loro bambini. E’ questo che risalta ai nostri occhi, nonostante la grande sofferenza che vivono riescono sempre ad essere accoglienti, felici e gioire di ogni situazione.

Altra esperienza forte è la visita al centro Graam guidato da Luisa, una laica presente a Goma da parecchi anni, che si occupa di assistere e aiutare gli orfani e i malati di AIDS, i più poveri tra i poveri. La scuola di formazione di Antonina, altra laica presente a Goma da parecchi anni, è indirizzata alle ragazze povere della città e cerca di insegnare loro, oltre che l'alfabetizzazione basilare, un mestiere che le renda autonome, e che possa farle inserire nella società.

Anche l'esperienza della Maison Canaan è stata molto coinvolgente e forte: maman Leontine, che anni addietro lavorava con Paolo al centro di salute mentale, sta cercando di recuperare attraverso il lavoro 18 donne che in passato hanno avuto problemi psichiatrici e che durante la guerra sono state oggetto di violenze da parte dei militari, e ora si trovano senza famiglia, senza lavoro, con dei figli da accudire. Ci chiedono chiaramente di raccontare, una volta tornati in Italia, la loro esperienza affinché si conosca e qualcuno le possa aiutare.

Anche il resto delle esperienze che abbiamo incontrato è stata arricchente aiutandoci a vivere il viaggio a Goma non come semplice curiosità, ma come desiderio di conoscere una realtà diversa che ci faccia crescere e vivere in modo nuovo: più liberi e con meno affanno.

Carmen

Admin
Admin

Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 16.12.10

Visualizza il profilo http://forummissionario.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum