I progetti di luglio-agosto-settembre

Andare in basso

I progetti di luglio-agosto-settembre

Messaggio  Admin il Mer Ago 22, 2012 8:56 pm

FONTE: MISSIONARI DEL PIME

Progetto K 401 - Progetto K 402 - Progetto K 403

Il futuro nelle mani
Progetto K 401
Responsabile: il Nodo coop. int. onlus
Phnom Penh (Cambogia)

Il progetto Il futuro nelle mani sostiene la Bottega d’Arte presso la scuola Il Nodo a Phnom Penh, per la lavorazione di ottone, rame e argento. Gli studenti provengono da famiglie povere di varie province, per imparare a sviluppare il proprio potenziale creativo e padroneggiare nuove tecnologie, nel rispetto della tradizione artigiana e culturale locale. Al termine del secondo anno di lavoro manuale e creativo è prevista una formazione di due mesi su organizzazione e gestione aziendale, per dare agli studenti rudimenti di contabilità necessari per creare e condurre una piccola impresa.
Lo scopo è di permettere ai ragazzi di acquisire una professionalità specifica e un’autonomia gestionale che li ponga in condizione di guadagnare mettendo in pratica quello che hanno appreso.
Alla Fondazione Pime è stato chiesto un contributo di euro 32.610.



Un tetto per il seminario
Progetto K 402
Responsabile: P. Livio Prete
Dinajpur (Bangladesh)

La costruzione del seminario diocesano minore di Dinajpur è stata realizzata 50 anni fa dai missionari del Pime che, dando prova di una fede lungimirante, vollero fortemente quest’opera che avrebbe contribuito allo sviluppo futuro della Diocesi. Molti sono i sacerdoti formatisi in questo seminario, tra cui il primo vescovo di etnia santal, monsignor Sebastian Tudu.
Ma il tempo, si sa, fa sentire il suo peso e il tetto-terrazza, realizzato con materiale tipico di 50 anni fa, presenta crepe e infiltrazioni che compromettono la sicurezza dell’edificio. Di qui la necessità di intervenire al più presto affinché la struttura possa continuare a ospitare il seminario Alla Fondazione Pime è stato chiesto un contributo di euro 25.000.



Ostello per bambini pigmei
Progetto K 403
Responsabile: Filles du saint esprit
Mbang (Camerun)

I bakas, pigmei del Camerun, vengono da sempre sfruttati e impiegati nei campi, dietro compensi in natura: alcol, sigarette e somme di denaro irrisorie. Nel 2009 i primi 9 bambini bakas sono entrati nella scuola e, per aiutarli a frequentare regolarmente, si è reso necessario costruire un piccolo ostello in legno, dove si fermano la notte per evitar loro di tornare in foresta nel periodo della caccia e della pesca. Da allora i bambini sono aumentati arrivando a 29, ma poiché lo spazio è lo stesso dormono in 6/7 in un letto previsto per due persone. Da qui l’urgenza di costruire un dormitorio più grande in muratura. La scolarizzazione dei bambini bakas è una priorità per contrastare l’emarginazione e lo sfruttamento di questa etnia.
Alla Fondazione Pime viene chiesto un contributo di euro 5.450.

Admin
Admin

Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 16.12.10

Visualizza il profilo http://forummissionario.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum